Barra Home
 
 

IL PROGETTO BAKE4FUN

Nei laboratori dell'Università di Bologna decine di maialini hanno perso la vita dopo un mese di sofferenze a causa del progetto Bake4Fun.

Bake4Fun ha come scopo la messa a punto e la validazione di prodotti da forno innovativi.

Il progetto è costato 1.311.748,80 € ed è cofinanziato dall'Unione Europea per 874.000 €. Tra i vari partner coinvolti citiamo l'Università di Bologna, coordinatore generale del progetto e supervisore delle varie fasi, nonché responsabile della sperimentazione sugli animali e l'azienda che poi ne commercializzerà i prodotti, la Prometeo srl .

I test sugli animali serviranno per giustificare alcune indicazioni sulle etichette delle farine integrali di farro e dei prodotti da forno arricchiti con ferro.

 

FARINE TESTATE SU ANIMALI

Prometeo srl è un'azienda marchigiana specializzata nella produzione e trasformazione di farro in farine e prodotti da forno biologici.

Il target a cui si rivolge l'azienda è rappresentato da persone attente e sensibili che scelgono i prodotti in base alla loro genuinità, salubrità e sostenibilità.
I consumatori si rivolgono ad aziende del biologico con l'intenzione di acquistare prodotti che siano etici e che rispettino non solo l'ambiente e l'uomo, ma anche gli animali.

L'azienda Prometeo, cofinanziando test sugli animali tramite il progetto Bake4Fun, potrebbe tradire la fiducia di una vasta parte di clientela.

L’azienda detiene l’esclusiva commerciale di una varietà di farro monococco denominata “Monlis”, testato su maiali nel progetto Bake4Fun. Grazie alla licenza d'uso in esclusiva e a specifiche indicazioni nutrizionali e salutistiche da apporre sulle etichette di questo ingrediente, l'azienda potrebbe diventare leader in una nicchia di mercato molto redditizia: i cereali integrali venduti da grandi catene di distribuzione del biologico.

La sofferenza e la morte quindi, di decine di animali durante gli esperimenti, viene nascosta dietro ad etichette che ne esaltano i valori nutrizionali e i benefici per la salute.

 
 

PERCHÈ CI OPPONIAMO?

- Non esiste alcuna legge o direttiva europea che obblighi a testare sugli animali prodotti od ingredienti per dimostrane l'efficacia, sono invece necessari i test sull'uomo.

- Il sistema digestivo di un maiale è diverso da quello di un uomo. I test effettuati su una specie diversa da quella che dovrà poi fruire di questi prodotti non ha praticamente alcuna validità. Vale la pena di ricordare che la stessa vivisezione è un metodo che non è mai stato validato scientificamente.

-Il farro è un alimento che l'uomo consuma da millenni.
Un regolamento della comunità europea (258/97) afferma che prodotti o ingredienti presenti sul mercato comunitario prima del 15 maggio 1997 e il cui largo consumo ne ha stabilito la sicurezza possono essere liberamente messi in commercio. Questo regolamento sottolinea ulteriormente l'assurdità dei test effettuati sui suini, tra l'altro test che non riguardano la pericolosità di una sostanza, ma unicamente la sua efficacia.

-L'assorbimento e il dosaggio del ferro sono noti.
Esiste una vastissima letteratura scientifica, consolidata dalla pratica quotidiana, sul ferro alimentare e sul suo assorbimento da parte dell'organismo umano che rendono inutili ulteriori test, soprattutto se praticati su una specie diversa da quella umana.

-I test sui suini sono contrari al principio delle 3R
Il principio o modello delle 3R dovrebbe essere adottato dai ricercatori per attuare una sperimentazione più "umana" e quindi più attenta alla sofferenza degli animali. Le tre R sono i concetti fondamentali: rimpiazzare (replacement), ridurre (reduction) e rifinire (refinement). 
Lo scopo dovrebbe essere di sostituire il modello animale con un modello alternativo, di ridurre il più possibile il numero degli individui utilizzati e di migliorare le condizioni sperimentali alle quali sono sottoposti gli animali.
Il progetto Bake4fun che utilizza i test sugli animali anche se non sono richiesti per legge su ingredienti e prodotti già commercializzati come il farro, non rispetta quindi il principio delle 3R

-Un alimentazione sana ed equilibrata non necessita di cibi addizionati.

 
La vivisezione nel piatto e' una campagna di Animal Amnesty
 
Barra Home